“Io, mia moglie e i nostri quattro figli siamo gente comune.Se l’abbiamo fatto noi, può ben farlo lo Stato, i comuni”. Partendo dalla sua esperienza, Calò ha sviluppato un modello di accoglienza diffusa che alcune amministrazioni di sei Paesi europei stanno realizzando con i fondi della Commissione Ue. A Silke Wallenburg, con cui ha condiviso la sua storia e le sue idee innovative ha detto: “Lascia che gli altri mi giudichino”. E così tante persone entrano in un dialogo costruttivo con lui in questo libro, dal profugo al politico europeo, dall’imprenditore al caporedattore, di destra e di sinistra. La prefazione è di David Sassoli, presidente del Parlamento Europeo, la postfazione è di Romano Prodi. Calò, professore di storia e filosofia al liceo classico “Canova” di Treviso, nato a Barletta, vive ora in una canonica del capoluogo della Marca. Da più di 15 anni è orientatore universitario. Il Presidente della Repubblica lo ha premiato come Ufficiale al merito. Silke Wallenburg, politologa e giornalista olandese, vive vicino a Firenze. Ha in precedenza lavorato in Olanda come funzionario presso il Ministero dell’Interno, con responsabilità sui temi di politica della sicurezza.

Link per la prenotazione: https://forms.gle/UfxsFdssgaJXghY37

Allegati:
LOCANDINA-3.122