Mostra su don Emilio de Roja  Costruire sempre!

Da venerdì 18 settembre 2020 a sabato 26 settembre

L’Happening 2020 pone una domanda “Da dove si riparte a costruire?”.

Per rispondere abbiamo cercato anzitutto chi ci potesse portare esperienze concrete di ripartenza, di costruzione, anche in situazioni difficili. In questa ricerca abbiamo riscoperto anche don Emilio de Roja.

E’ morto nel ’92 e in molti è rimasta di lui l’immagine del ”prete degli ultimi”, “dei ragazzi sbandati”; ma riprendendo la sua storia, i suoi scritti, le testimonianze su di lui, emerge un uomo che ha molto altro da dirci anche oggi.

E’ stato un uomo sempre presente nella circostanza che gli era data da vivere, che non si tirava indietro da nessuna sfida: fosse quella dei suoi compaesani che durante l’occupazione tedesca rischiavano di essere deportati, o quella di un soldato tedesco ferito da soccorrere, o quella dei partigiani da liberare dal carcere, o quella dei giovani, delle famiglie, dei disoccupati di san Domenico da aiutare ad affrontare la loro situazione, o quella dei ragazzi sbandati o carcerati e delle loro famiglie in difficoltà, o quella del terremoto.

In ogni occasione ha accettato la sfida, chiedendosi, e chiedendo a Dio, che cosa la persona, la situazione che aveva davanti chiedeva a lui, sempre cercando, in ogni persona, in ogni situazione, quel bene, a volte piccolo, embrionale, da cui poteva rifiorire una vita positiva, una costruzione.

Sempre ha vissuto la vita come un’avventura in cui poteva con letizia (dicevano di lui che era un uomo contento) affidarsi al suo Signore e alla Madonna e dove gli altri vedevano solo disastri trovare, nascosto a uno sguardo più superficiale, un bene per lui e per gli altri da far emergere.

Così ci è sembrato un testimone importante per il nostro Happening, da guardare e da cui imparare per ripartire, per “costruire sempre” (come dice il titolo della mostra), per camminare mossi da una speranza ragionevole perché ben fondata.

La Mostra su di lui racconta la sua storia e propone alcune sottolineature arricchite da racconti di episodi della sua vita, suoi testi, testimonianze su di lui che possono permetterci una immedesimazione più personale.

La Mostra sarà visibile al Bearzi dal 18 sera al 26 settembre; l’incontro di presentazione si terrà sabato 19 settembre alle 10.30.

Allegati:
Happening2020_PROGRAMMA COMPLETO