La legge non impone che questi documenti siano redatti in una forma particolare (possono essere redatti con atto pubblico da un notaio o con scrittura privata dai soci) e neanche che siano registrati. La loro registrazione consente per  di attribuire all’atto costitutivo e allo statuto data certa ai sensi dell’art. 2704 Codice Civile;  , quindi, consigliabile registrare Statuto e Atto Costitutivo perch  in questo modo essi acquistano un “valore aggiunto” utile, ad esempio, per stipulare contratti, richiedere contributi ad Enti Pubblici, impiegarli in caso di controversie legali.